Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2010

Happy Merry Christmas!

Best wishes for happy Merry Christmas to all

Annunci

Read Full Post »

Carissimo Victor, oggi tu e tua moglie festeggiate 30 anni di matrimonio. Non mi sono dimenticata di te, ma voglio mandarti i miei auguri in pubblico, perché è bello sapere che ci sono persone che riescono a far rinascere ogni giorno il loro amore.

Vi auguro una vita lunga, ricca di soddisfazioni.

Vi auguro di non perdere mai questo splendido legame.

Vi auguro di potervi, un giorno, ritrovare vecchi davanti ad un fuoco a ricordare con serenità i momenti più importanti della vostra vita.

Vi auguro che da ogni periodo di crisi (ahimè, inevitabile) possiate risorgere come la Fenice.

E vi mando, di cuore, un forte abbraccio.

Buon anniversario!

N.B.: Victor… vedrai che prima o poi riesco a scriverti…

Read Full Post »

Tea in the morning

Lei si attardava ancora sotto le coperte, assaporandone l’abbraccio notturno. Lo sentiva trafficare, ancora insonnolita. L’acqua che scorreva, il rumore di poche stoviglie. Si sedette accanto a lei mostrandole alcune diverse qualità di tè.

“Quale preferisci?”

Lei ne indicò uno, con un sorriso. Il bollitore elettrico già fischiava allegro.

Prese la tazza fumante senza dire nulla, aspirando felice il profumo dell’infuso bollente.

Read Full Post »

Le zanzare…

…hanno deciso di svernare in camera mia…

 

 

 

(Culex pipiens)

Read Full Post »

Snow

Guardavo dal balcone la strada completamente bianca. L’aria era rarefatta e i suoni attutiti mentre grandi fiocchi di neve svolazzavano fitti e lievi prima di posarsi, vittime della gravità, sui muretti, lungo i rami ischeletriti degli alberi, per terra, sui tetti delle case. La luce bianca diffusa era abbagliante e donava un senso di irrealtà. Non potevo uscire e mi limitavo a godermi la nevicata dal poggiolo. Mi piaceva sentire il naso freddo, vedere il fumetto uscire denso dalla mia bocca ad ogni respiro. Mi piaceva mangiare la neve. Sulla strada, peraltro quasi deserta, al di là della staccionata passava una donna. Vestita di scuro, portava la gonna e le calze velate con scarpe a tacco basso. Aveva un grande ombrello bianco. Si fermò davanti ad un cancello e scosse l’ombrello. Il bianco cadde come grosse squame rivelando il tessuto nero, il suo vero colore. La donna chiuse l’ombrello ed entrò al di qua del cancello.

Ero a Bra ed avevo tre anni.

Read Full Post »

Oggi…

…c’è un freddo polare…

.

.

.

(Immagine originale)

Read Full Post »

Emicrania…

Ormai è una legge. Forse una legge di Murphy. Ogni volta che sono libera e non devo andare al lavoro, mi sveglio con un feroce mal di testa…

(N.B.: il link da cui ho preso la foto è QUESTO)

Read Full Post »

Older Posts »